F.A.Q.

Domande Frequenti sulla Cessione del Quinto

In questa pagina abbiamo raccolto le domande frequenti sulla cessione del quinto che ci arrivano al nostro indirizzo email info@prestitoestero.it e telefonicamente. Rispondiamo a tutti i tuoi dubbi e facciamo luce sugli aspetti più tecnici legati alla cessione del quinto e che dovresti conoscere.

La Cessione del Quinto è un prestito pensato per far fronte alle esigenze liquidità di alcune categorie di persone, tra cui dipendenti (pubblici, statali, parastatali e privati) e pensionati residenti all’estero o in Italia.

Che cos'è la Cessione del Quinto e come funziona?

Il nome deriva dal fatto che è possibile rimborsare fino a un massimo di 1/5 dello stipendio oppure della pensione, ossia il 20% dello stipendio o della pensione, al netto delle imposte sui redditi.

Possono richiedere un prestito con cessione del quinto i lavoratori dipendenti statali, pubblici e privati, assunti a tempo indeterminato, residenti in Italia, con età compresa tra i 18 e 66 anni e i pensionati Inps ed Ex Inpdap con età massima di 87 anni (l’età massima è riferita al termine del rimborso). E’ possibile finanziare anche pensionati residenti all’estero, purché godano di pensione italiana. È possibile inoltrare la richiesta solo se si percepisce un reddito di importo superiore a 500,00 € al netto della quota cedibile e/o di eventuali trattenute esistenti. Non è possibile richiedere la Cessione del Quinto per lavoratori autonomi.

Se hai richiesto la Cessione del Quinto in qualità di pensionato residente all’estero, puoi richiedere di ricevere la cifra sul conto corrente del Paese in cui vivi e in cui ricevi l’accredito della pensione.

Può durare da un minimo di 24 mesi (due anni) e fino ad un massimo di 10 anni, ossia 120 mesi. Il rimborso non deve superare il compimento dell’87esimo anno di età, nel caso di cessione del quinto della pensione.

La somma richiesta del finanziamento può essere erogata con:

  • bonifico bancario;
  • assegno circolare intestato al titolare del finanziamento.

No, la firma è singola. Ciò vuol dire che non hai bisogno che firmi con te il coniuge, un familiare che faccia da garante o un terzo fideiussore. A garanzia del rimborso dell’importo erogato, viene sottoscritta polizza obbligatoria in caso di perdita di impiego, o in caso di morte.

A differenza dei prestiti personali o altre forme di finanziamento finalizzate, non c’è bisogno di fornire una motivazione per accedere al finanziamento. Potrai disporre dell’importo erogato liberamente.

In un a prima fase istruttoria, per valutare la possibilità di concedere il finanziamento, i consulenti di PrestitoEstero, oltre ai documenti di identità in corso di validità, ti richiederanno le ultime buste paga (se sei un lavoratore dipendente) oppure prospetto pensionistico (OBISm) e la Certificazione Unica (ex CUD)

Tasso è fisso e mai variabile, la è rata costante per tutta la durata dell’ammortamento e non può eccedere il 20% dello stipendio o della pensione mensile. Con la cessione del Quinto sai sempre in anticipo quanto dovrai pagare ogni mese e di programmare con serenità le tue spese. Inoltre, prevede un’assicurazione obbligatoria inclusa nella trattenuta diretta sulla busta paga o sulla pensione che ti tutela l’intermediario che ha erogato il finanziamento dal rischio di perdita d’impiego, o in caso di morte.

Non dovrai occuparti di nulla, né ricordarti di pagare bollettini o effettuare bonifici. Il pagamento delle rate avviene tramite trattenuta diretta in busta paga o sulla pensione.

VUOI RICHIEDERE UN PREVENTIVO GRATUITO E VELOCE?

Sono un cittadino extracomunitario, con residenza in Italia, posso fare richiesta di un prestito contro cessione del quinto?

Se hai un contratto di lavoro a tempo indeterminato puoi richiedere che venga fatto un preventivo per un prestito contro cessione del quinto o delegazione di pagamento. Per richiedere un prestito non serve essere cittadini italiani, ma è necessario avere residenza in Italia e poterlo dimostrare documentalmente. Contatta un nostro specialista per verificare quali documenti servono.

Si può richiedere la Cessione del Quinto con un contratto di lavoro a tempo determinato?

Di norma, vengono accolte positivamente le proposte di finanziamento con Cessione del Quinto per chi ha un lavoro a tempo indeterminato*. Tuttavia, è possibile valutare la Cessione del Quinto anche per i lavoratori con contratto a tempo determinato, purché la durata del finanziamento non superi la decorrenza del contratto.

*Ti ricordiamo inoltre che è possibile per chiunque accedere alla Cessione del Quinto in quanto è previsto per legge e che il tuo datore di lavoro dunque non può rifiutarsi di trattenere la quota cedibile dalla tua busta paga e rimborsare la società erogante il prestito.

Cosa succede una volta inviata la richiesta?

Una volta istruita la partica e verificato la sussistenza delle condizioni necessarie per ottenere una cessione del quinto, un consulente di PrestitoEstero ti trasmetterà un preventivo relativa alla proposta di finanziamento.

Se accetterai il preventivo proposto, potrai fissare un appuntamento con un consulente di Prestito Estero che ti illustrerà quali documenti saranno necessari per istruire la pratica. Ricorda che con Prestito Estero potrai incontrare un consulente presso l’Agenzia a Pordenone oppure, potrai svolgere comodamente tutto a distanza.

Una volta compilata e sottoscritta la modulistica necessaria e firmato il contratto di finanziamento, procederemo all’erogazione della somma richiesta (previa approvazione della compagnia assicurativa e benestare dell’ATC).

In ogni caso, i nostri consulenti avranno l’esigenza di identificarti ai sensi della normativa vigente in tema di antiriciclaggio, pertanto ti richiederanno:

01.

Carta di Identità, Passaporto, o patente italiana in corso di validità

02.

Codice fiscale o tessera sanitaria

03.

Certificato di stipendio per i dipendenti o dichiarazione di quota cedibile per i pensionati

04.

Fotocopia del permesso di soggiorno (se cittadino extracomunitario)

È possibile finanziare importi fino a 75.000 euro; La valutazione della somma erogata tuttavia dipende dall’ammontare del reddito percepito, dall’età ed altri fattori. Per dubbi o informazioni, parlane con un nostro consulente.

Sì, è possibile rinnovare la cessione del quinto una volta pagati 2/5 del debito. Deve essere stato pagato il 40% del piano di rimborso.

É possibile estinguere anticipatamente un prestito con Cessione del Quinto?

Il contratto di Cessione del Quinto si può estinguere con mezzi propri in qualsiasi momento.

Sì, è possibile ottenere l’approvazione della richiesta di mutuo anche con un contratto di cessione del quinto in essere. Tuttavia, gli istituti finanziari valutano ed approvano le richieste, di norma, se il rapporto rata/reddito del richiedente non supera il 30%, tenuto conto anche di ulteriori debiti o impegni finanziari.

Il rapporto rata/reddito che si calcola in questo modo: Rapporto R/R = (Rata/Reddito) * 100

Chi ha un pignoramento in busta paga o è segnalato come cattivo pagatore può richiedere la Cessione del Quinto?

Si, è possibile valutarne la richiesta. La Cessione del Quinto è accessibile ai protestati, ai cattivi pagatori ed anche chi ha un pignoramento in busta paga: queste categorie, segnalate al CRIF non possono accedere ai prestiti personali, ma è possibile accedere alla Cessione del Quinto, previa valutazione specifica.

Se pensi di avere un dubbio o una domanda sulla Cessione del Quinto per pensionati o per lavoratori a cui non abbiamo risposto in questo approfondimento, scrivici compilando il modulo qui sotto. Ti risponderemo il prima possibile.

Richiedi il tuo preventivo